SEZIONE ARI CATANZARO


Vai ai contenuti

03 gennaio 2010

Attivazione Castelli



3 Gennaio 2010

Attivazione Torre di Mezza Praia di Acconia di Curinga Catanzaro Ref. CZ 018 - Prima attivazione

IQ8CZ/P - Gruppo attivazione

IK8WJP: Tommaso Provenzano (Manager attivazione)
IZ8GBO: Antonio Mancuso - Presidente sez. (Antenna ed organiz. logistica)
IZ8POX: Roberto Esposito (Supporto)
IZ8FQQ: Pino Cubello (Supporto)
Swl: Walter Morelli (Supporto)

Stazione

RIG: Yaesu FT - 897
ANT: Dipolo trappolato Diamond in orizzontale a circa 3 metri sopra il suolo
Alimentazione: generatore 220V esterno Honda + alimentatore switch 25 Ampere
Potenza di uscita: 30w circa

Info generali

N. totale collegamenti effettuati: 150
Tempistica: 2 ore circa
Freq. 7.080,00 Mhz
Meteo: tempesta con mareggiata in corso. Venti molto forti da ovest. Pioggia intermittente.



Ore 8.30 - Adunata in sezione mentre incombe una pesante tempesta su tutta la zona. Si parte lo stesso !

Si installa tutto velocemente in una radura di fortuna protetta dagli alberi mentre a 50 mt la mareggiata sta travolgendo tutto...

Installiamo il dipolo filare unica soluzione possibile visto il vento forte e la pioggia battente

Soliti imprevisti. Questa volta siamo proprio QRP! Facciamo chiamata ma non ci sente nessuno. Pensiamo quindi di annullare tutto e di tornare a casa...

... increbile ma vero: l'antenna - in queste condizioni - riesce a dare qualche segno positivo. Decidiamo di rimanere...

Colleghiamo la prima stazione tra il QRM infernale e finalmente incomincia la samba. Grande Pileup :-)

Un'attivazione iniziata malissimo finisce invece molto bene: 150 contatti con un dipolo trappolato a 3mt da terra circondati da alberi altissimi. Incredibile !



Alla fine di tutto un meritato premio: del buon vino e salame calabrese. Il minimo dopo tanta acqua e freddo.



ALCUNE INFORMAZIONI STORICHE.



XVI sec. ? Non esistono informazioni storiche dettagliate in merito a questa torre di avvistamento verosimilmente normanna. La cosa molto affascinante risiede nel nome stesso attribuito al piccola struttura che lascia immediatamente intuire una differente situazione geografica e geologica del posto il quale, nei secoli passati, doveva comprendere una spiaggia notevolmente più lunga rispetto a quella attuale. La torre, probabilmente, doveva mantenere una posizione a metà spiaggia da cui "Torre di Mezza Praia" oggi invece variata in un estesa quanto fitta pineta di Salici Piangenti e frutteti. La Torre di Mezza Praia rimane all'interno di un'area adibita a coltivazione di agrumi la cui proprietà ricade nelle mani della famiglia del marchese Zerbi di Reggio Calabria. Le condizioni e lo stato del monumento rimango eccellenti in particolare alcuni strutture e ponteggi interni in legno che sembrano ancora intatti.





Sono le ore del giorno . L'ultimo aggiornamento su questo sito è avvenuto giorno 22 ott 2017.

Torna ai contenuti | Torna al menu